lunedì 28 agosto 2017

SPECIALE: la mia opinione sulla serie "Sweet Evil" di Wendy Higgins, inedita in Italia!

Buongiorno!
Oggi vorrei parlarvi di una serie paranormal romance, ancora inedita da noi, che ho letto negli ultimi mesi e che, nonostante qualche difetto, mi è piaciuta. Venite a scoprire perché :)
Vi lascio solo la trama del primo libro così da non farvi spoiler dei seguiti:



E se ci fossero adolescenti la cui vita dipende letteralmente dall’essere cattive influenze? Questa è la realtà per i figli e le figlie degli angeli caduti. La tenera ragazza del sud Anna Whitt è nata con il sesto senso di vedere e sentire le emozioni di altre persone. E’ consapevole della lotta che avviene dentro di sè, un’inspiegabile spinta verso il pericolo, ma è solo quando compie sedici anni e incontra l’affascinante Kaidan Rowe che ella scopre la sua terrificante eredità e la sua forza di volontà è messa a dura prova. Lui è il tipo di ragazzo su cui tuo padre ti ha messo in guardia. Se solo qualcuno avesse avvertito Anna. Costretta ad affrontare il suo destino, Anna abbraccerà la sua aureola o le sue corna?


Se tra voi c'è qualche fan della Armentrout, potreste ricordare i protagonisti di questa serie perché in "Origin" Katy e Daemon prendono i loro nomi.
La protagonista è Anna Whitt, una sedicenne che ha da sempre avuto una particolarità: riesce a vedere l'aura delle persone e quindi intuire le loro emozioni. Inoltre si è sempre sentita attratta da alcol e droghe, senza capire il perché, motivo per cui se ne sta alla larga. Quando incontra Kaidan Rowe la sua vita cambierà per sempre, perché scoprire dell'esistenza dei Duchi. Esistono 12 Duchi, delle specie di demoni maggiori dell'inferno, che rappresentano i vizi capitali e che portano gli umani sulla cattiva strada. I figli di questi demoni e degli umani sono i Nephilim: ognuno ha ereditato il vizio del proprio padre e hanno il compito di lavorare per influenzare i ragazzi verso il male.
Kaidan è il figlio del duca della Lussuria e si scoprirà presto che Anna è figlia del Duca dell'abuso di sostanze, ma non è come gli altri della sua specie, e quando sua particolarità potrebbe cambiare il destino di tutti quanti.



Pro
  1. Il worldbuilding è molto originale è ben fatto. Non me lo aspettavo, ma l'ho trovato molto innovativo, considerando quanti romanzi sugli angeli caduti/Nephilim ci siano nel settore.   
  2. Anche se all'inizio mi ha lasciata un po' sorpresa, alla fine devo dire che l'autrice è riuscita a trattare bene temi quali le droghe, l'alcol, la religione ecc...
  3. La protagonista è, per natura, innocente, dolce, compassionevole e sempre pronta a perdonare, ma mi è piaciuta perché è autentica e non falsa. Semplicemente, essendo per metà angelo, ha queste caratteristiche che la contraddistinguono dagli altri Nephilim, ma ciò non significa che nel corso della serie non maturi e non cambi.
  4. Kaidan è il tipico bad boy che tanto amiamo nei paranormal: è il figlio del Duca della Lussuria (ma va!) e per tutta la vita non ha fatto altro che eseguire gli ordini del padre. So cosa sembra: il tipico ragazzo cattivo che incontra la brava ragazza, cambia e diventa buono. Ma io non l'ho visto solo così, perché in fondo lui non è mai stato cattivo, non ha mai voluto essere quello che è, e quando incontra la nostra eroina, all'inizio non si sente degno di lei, ma poi prende da lei la forza non solo per reagire e affrontare i Duchi, ma anche per capire di non essere per forza cattivo. così come lei con lui si sente libera di essere se stessa al 100%, accettando anche la sua parte negativa. Che crush, ragazzi!
  5. È scritto molto bene e dopo i primi capitoli la storia ingrana velocemente: ci sono scene di tutti i tipi, da quelle hot a quelle d'azione, passando anche da quelle commoventi. Oltre all'amore sono interessanti anche i legami di amicizia tra i personaggi.


Contro
  1. Un pochino di insta-love: purtroppo all'inizio si nota, ma dal secondo libro la storia tra i due mi è piaciuta molto, tant'è che alla fine come coppia li ho apprezzati tantissimo.
  2. Il triangolo amoroso, anche se non è molto accentuato ed è visibile solo un pochino all'inizio del secondo libro.





A grande richiesta dei suoi lettori, l'autrice ha in seguito scritto "Sweet Temptation", ovvero tutta la trilogia dal punto di vista di Kaidan. Io l'ho letto e mi è piaciuto, ma ci sono due piccole cose che dovreste sapere:
  1. Come è prevedibile, per inserire un'intera trilogia in un unico libro, l'autrice deve evidentemente aver selezionato le parti più importanti, infatti vi sconsiglio di leggerlo prima della trilogia, poiché non è considerato dall'autrice uno stand-alone, e non capireste bene tutto. 
  2. Se nella trilogia eravamo immersi nella testa di Anna, una ragazza pura e innocente, qui entriamo nel mondo di un adolescente figlio del duca della lussuria, che nel terzo libro ha 19 anni. Capirete quindi perché l'autrice ha specificato che si tratta di un "mature/upper YA": la storia narrata dal suo punto di vista è molto più sexy rispetto all'originale, ma sempre nel limite nel new adult, ovviamente. Siete stati avvisati!



GIUDIZIO FINALE: 

Nel complesso penso che questa sia di quelle serie che avrei apprezzato di più se l'avessi letta appena uscita, quando non ero ancora così abituata a leggere questo genere e quando non esistevano ancora tante serie che esistono oggi e che sono decisamente migliori. Purtroppo mi capita spesso quando leggo qualcosa dopo tanti anni dall'uscita. Ciò non toglie che sia scritto bene, originale, con personaggi interessanti e una mitologia ben costruita. Spero che prima o poi esca da noi, ma in ogni caso il livello di inglese è abbastanza semplice. Se leggete in lingua e vi piacciono i paranormal romance un po' vecchio stile, tipo Armentrout, e con i classici book boyfriend indimenticabili, questa serie potrebbe fare per voi! E se per caso leggete il primo libro e non vi ha fatto impazzire, provate ad andare avanti perché dopo migliora, a mio avviso ;)


Il mio voto complessivo: 4 stelle




Che ne pensate? L'avete letta? Vi ispira? Fatemi sapere!


A presto,
Silvy

2 commenti:

  1. L'ho letta anni fa e mi è piaciuta un sacco. Solo io trovo orrende le copertine? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non dispiacciono, ma devo ammettere che fanno proprio paranormal vecchio stile! Ahahah
      Se i libri dovessero riuscire oggi probabilmente avrebbero un'altra veste grafica ;)
      Sono contenta che ti sia piaciuta, purtroppo non è molto conosciuta!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...